PER INFORMAZIONI CHIAMACI
O COMPILA IL FORM

Centro Regina Giovanna +39 02.29519615

    DICHIARO di aver raggiunto la maggiore età o di aver compiuto almeno il 14° anno di età. ACCONSENTO al trattamento dei dati personali richiesti secondo le modalità e le finalità indicate nella Privacy Policy messa a mia disposizione. CONFERMO, inoltre, di essere a conoscenza delle modalità di revoca del trattamento, indicate in modo chiaro nel documento sopra citato.

    Terapia del dolore

    La terapia del dolore è una pratica medica che si pone come obiettivo quello di identificare l’eziologia del dolore e di ridurre ed inibire il dolore di tipo cronico attraverso differenti modalità terapeutiche.

    Che tipologie di dolore esistono?

    Il dolore può essere caratterizzato da differenti modalità di Insorgenza ed intensità ed in relazione a questi criteri è possibile differenziare il dolore in acuto, cronico, da procedura.

    ll dolore acuto deriva generalmente da un trauma , intervento chirurgico , patologia infettiva o reazione infiammatoria ed è caratterizzato da una sintomatologia intensa e localizzata con una durata di alcuni giorni.

    Il dolore cronico è conseguente a malattie ad andamento cronico oppure ed è carattterizzato da una sintomatologia duratura determinata dal persistere dello stimolo doloroso, della imitazione meccanica e dai meccanismi di mantenimento.  Una delle caratteristiche del dolore cronico è la capacità di limitare e attività della vita quotidiana e generalmente può accompagnare una componente emozionale e relazionale.

    Il dolore da procedura è così definito perché derivante dalle indagini diagnostiche e terapeutiche a cui è sottoposto il soggetto , al quale si associa l’ansia e la paura che sono strettamente legate al ricordo negativo di una procedura.

    Che tipi di farmaci?

    Per una sintomatologia lieve o moderata vengono utilizzati i FANS , il cui meccanismo d’azione prevede una inibizione della sintesi delle prostaglandine, che hanno il ruolo di mediatore nei processi infiammatori.

    Per una sintomatologia più grave vengono utilizzati gli analgesici oppioidi, la cui azione antinocicettiva è determinata dalla capacità da parte delle molecole del principio attivo di legarsi ai recettori oppioidi.

    Per il dolore cronico vengono solitamente utilizzati gli anestetici locali , che sono in grado di inibire la trasmissione dello stimolo doloroso.

    Per la sintomatologia dolorosa derivante da patologie neuropatiche possono essere utilizzati farmaci antidepressivi e anticonvulsovanti.

    La terapia del dolore cronico contempla inoltre la possibilità di non utilizzare prodotti farmacologici, venendosi a configurare la terapia del dolore non farmacologica. I diversi approcci terapeutici non farmacologici prevedono l’utilizzo di terapie fisiche e manuali , tra le quali riscontriamo la radioterapia, la termoterapia, crioterapia e la fisioterapia ( tecniche manuali ed esercizio terapeutico ).

    In aggiunta trovano riscontro le tecniche psicologiche ( tecniche di rilassamento , distrazione ed immaginazione ) che permettono di modificare la percezione del dolore incidendo sulla componente emotiva del soggetto.

    Che tipi di farmaci?

    Per una sintomatologia lieve o moderata vengono utilizzati i FANS , il cui meccanismo d’azione prevede una inibizione della sintesi delle prostaglandine, che hanno il ruolo di mediatore nei processi infiammatori.

    Per una sintomatologia più grave vengono utilizzati gli analgesici oppioidi, la cui azione antinocicettiva è determinata dalla capacità da parte delle molecole del principio attivo di legarsi ai recettori oppioidi.

    Per il dolore cronico vengono solitamente utilizzati gli anestetici locali , che sono in grado di inibire la trasmissione dello stimolo doloroso.

    Per la sintomatologia dolorosa derivante da patologie neuropatiche possono essere utilizzati farmaci antidepressivi e anticonvulsovanti.

    La terapia del dolore cronico contempla inoltre la possibilità di non utilizzare prodotti farmacologici, venendosi a configurare la terapia del dolore non farmacologica. I diversi approcci terapeutici non farmacologici prevedono l’utilizzo di terapie fisiche e manuali , tra le quali riscontriamo la radioterapia, la termoterapia, crioterapia e la fisioterapia ( tecniche manuali ed esercizio terapeutico ).

    In aggiunta trovano riscontro le tecniche psicologiche ( tecniche di rilassamento , distrazione ed immaginazione ) che permettono di modificare la percezione del dolore incidendo sulla componente emotiva del soggetto.

    Centro di Cardiologia a Milano

    CI TROVI QUI:

    CENTRO REGINA GIOVANNA

    CONTATTI REGINA GIOVANNA
    Viale Regina Giovanna, 6
    20129 Milano Contatti
    T: +39 02.29519615
    info@centroreginagiovanna.it